Donazioni genitori alla scuola

Attenzione alla donazione dei beni o dei servizi da parte dei genitori: sicurezza e coperture assicurative

Spesse volte capita che genitori di allievi che frequentano un Istituto Scolastico si offrano di donare alla Scuola beni che potrebbero essere utili (quali arredi, computer etc.) o dei servizi specifici (imbiancatura delle pareti, sfalciatura del prato, etc.).

A fronte di tanta disponibilità, spesso gradita all’Istituto, il Dirigente Scolastico si trova però di fronte ad alcune criticità relative alla sicurezza.
Se in occasione, ad esempio, dell’imbiancatura delle aule un genitore dovesse cadere dalla scala ed infortunarsi siamo certi che l’assicurazione della scuola coprirà tale evento?

Nel caso di arredi, se questi fossero stati fossero stati montati male o fossero vecchi, ed a causa di ciò qualche allievo o lavoratore dovesse infortunarsi, l’assicurazione coprirà l’infortunio oppure no?

Se il computer che è stato donato si surriscaldasse e generasse un incendio, quali possibilità ci sono che i danni provocati vengano coperti dall’assicurazione?

Tali situazioni critiche, tutte verosimili e già accadute in diverse scuole, impongono al Dirigente Scolastico di operare secondo alcune procedure di sicurezza che andremo di seguito ad elencare.

Nel caso di accettazione di un servizio gratuito, affinché l’esecuzione dello stesso da parte di un terzo possa essere coperta da assicurazione, di solito è sufficiente che tale prestazione sia inserita in un progetto scolastico e appositamente deliberata dal Consiglio di Istituto. E’ meglio controllare tale evenienza con l’agenzia assicurativa ed evitare qualsiasi prestazione che non abbia superato positivamente l’iter dell’approvazione del Consiglio.

Nel caso di accettazione di un bene nuovo (per esempio un pc, un forno per manufatti in ceramica, delle sedie) il Dirigente Scolastico ha sicuramente molte più garanzie rispetto alla donazione di uno usato, ma tuttavia occorre acquisire agli atti dell’Istituto la fattura di acquisto o un documento equivalente, il manuale di uso e manutenzione del bene ed il certificato di conformità che attesti l’adeguatezza all’uso in una scuola (per esmpio nel caso siano richiesti materiali ignifughi).

Nel caso di accettazione di un bene usato, essa può avvenire soltanto qualora il bene sia dotato di tutte le certificazioni/attestazioni previste nel paragrafo precedente per un bene nuovo, oltre ad una dichiarazione del donatore che attesti che l’articolo è sempre stato correttamente manutenuto e che non si sono mai rilevati vizi nel suo funzionamento.

[FONTE: Natalia Carpanzano]

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook